Come pulire correttamente il materasso? Guida pratica

Come pulire il materasso
Come pulire il materasso

Ci teniamo alla TRASPARENZA: Soloiltop è un blog che si sostiene partecipando al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una piccola commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it, senza variazioni dei prezzi. Siamo recensori %100 indipendenti proprio per questo!


Esistono molti prodotti per pulire il materasso, ma non tutti li conoscono. Se non hai mai pensato di pulire il tuo materasso, forse stai commettendo un errore. Probabilmente ci passi sei, sette o otto ore ogni notte della tua vita e quindi è importante che il tuo materasso sia sempre al top anche in fatto di igiene.

Nella fase in cui lo utilizziamo si accumula la polvere, le cellule morte della pelle, il sudore e l’olio del tuo corpo. Tutti questi elemento possono penetrare causando macchie gialle sul materasso. Per non parlare del fatto che il materasso non pulito e igienizzato può diventare una vera calamita per gli acari della polvere.

Le persone che soffrono soprattutto di allergie, dovrebbero pulire i materassi con estrema continuità. Gli esperti consigliano sempre di seguire alcuni particolari regole per pulire ogni 3-4 mesi il materasso e mantenere il tuo letto fresco e privo di polvere, macchie e odori. In questo articolo ti spiegheremo come pulire a fondo un materasso da qualsiasi macchia e quali prodotti utilizzare per rimuovere le antiestetiche macchie dal materasso.

Come pulire il tuo materasso
Come pulire il tuo materasso

Eliminare la polvere

Eliminare la polvere dal materasso è la prima cosa da fare per igienizzarlo nel modo giusto e tenersi lontani dagli allergeni. Il modo più semplice per eradicare la polvere è utilizzare lo strumento classico che tutti abbiamo a casa: l’aspirapolvere. È una buona idea, almeno ogni due mesi o più spesso, passare l’aspirapolvere soprattutto se qualcuno in famiglia soffre di allergie agli acari o alla polvere. Passa sopra la parte superiore e i lati del materasso e la maggior parte della rete a molle che puoi accedere.

Per farlo bene occorre premere con decisione sull’utensile o picchiettarlo sul tessuto per estrarre la polvere sotto la superficie. Quindi, usa l”aspirapolvere nelle fessure per entrare nella trapuntatura, lungo il bordo e dove si attacca la parte superiore del cuscino. Alcuni aspirapolvere più recenti ora sono dotati di strumenti che vibrano contro i tessuti del materasso e della tappezzeria per aspirare meglio la polvere e fare un lavoro pulito e ben fatto.

L’importanza del vapore

Se hai in casa una vaporella, passa sopra il materasso con il tuo elettrodomestico tenendo l’ugello il più vicino possibile al tessuto (senza far gocciolare l’attrezzo). Il vapore penetrante ucciderà gli acari della polvere in agguato vicino alla superficie. Aspira di nuovo il materasso per rimuoverli. Ma se non hai uno strumento a vapore, allora puoi semplicemente usare il tuo ferro da stiro. Con il suo calore e il suo vapore ti aiuterà a rimuovere le antiestetiche macchie, igienizzando il tuo materasso.

Rimuovere le macchie

Se gli animali dormono con te o ti piace fare uno spuntino a letto, è probabile che il tuo materasso abbia delle macchie un po’ sparse ovunque. Il modo più semplice per rimuoverli è con un detergente per moquette e tappezzeria formulato per rimuovere le macchie di animali domestici. In commercio esistono degli strumenti per igienizzare che rimuovono solo le macchie di animali domestici, come urina e vomito, ma anche le macchie di cibo.

E contiene enzimi per combattere gli odori. Se hai un materasso in lattice oppure un materasso in memory foam, uno dei modi migliori per rimuovere la macchia è quello di inumidire la superficie del tuo materasso a molle o in lattice,  o un panno per poi tamponare la macchia lavorando dal bordo esterno verso il centro, onde evitare che la macchia possa allargarsi a dismisura. Dovrai anche evitare di bagnare eccessivamente il materasso. Quando la macchia viene totalmente rimossa, occorre spugnare tutta la zona con un panno umido per risciacquare e rimuovere il detergente che hai messo. Tampona la zona con un panno asciutto e lascia asciugare bene il materasso prima di rifare il letto.

Rimuovere le macchie gialle dal tuo materasso

Le macchie gialle sul materasso sono probabilmente dovute all’accumulo di sudore e sebo. Anche se pulire a umido il materasso per intero non è affatto semplice, puoi provare a sbiancarlo con un preparato di acqua ossigenata e acqua tiepida, più 1/4 di cucchiaino delicato detersivo per piatti. Una volta effettuata questa miscela occorre versarla in un flacone spray e spruzzare sulla superficie del materasso. Il composto può essere spalmato sul tessuto con una spazzola morbida o un asciugamano di spugna e lascia riposare per circa 30 minuti.

A questo punto occorre spruzzare di nuovo il materasso con acqua pulita e tamponare bene per rimuovere eventuali residui di detergente. Fatto tutto questo possiamo poi asciugare completamente facendo arieggiare la parte. Per le macchie più complicate, ripetere o aggiungere un po’ più di perossido di idrogeno alla soluzione.

Dotarsi di un ottimo detergente “a vapore” che eroga detersivo e aspira le macchie da moquette e tappezzeria, potrebbe rivelarsi molto utile anche per pulire il tuo materasso. Farà un lavoro migliore di pulizia ed estrarrà l’umidità in modo che il materasso potrà essere asciutto rapidamente.

Come rimuovere i cattivi odori dal materasso
Come rimuovere i cattivi odori dal materasso

Come rimuovere i cattivi odori dal materasso

Se senti odori di stantio o di sporco sul tuo materasso, probabilmente occorre rinfrescare il tuo vecchio materasso e molle o anche il tuo cuscino, che spesso diventa un ricettacolo di polvere ma anche di sudore. Esistono in commercio degli appositi spray igienizzanti che hanno la funzione di pulire a fondo il tuo materasso e rimetterlo a nuovo. Si può anche utilizzare un po’ di bicarbonato di sodio sul tessuto del materasso, spazzolandolo leggermente. Una volta spruzzato, occorre aspettare almeno 15-30 minuti e passa l’aspirapolvere per ottenere subito un ottimo risultato. Un sistema naturale con prodotti non inquinanti per eliminare i cattivi odori e tornare a respirare aria fresca sul tuo materasso.

Come mantenere il materasso fresco e pulito

Se vuoi davvero mantenere il tuo materasso bianco e privo di macchie, dovresti coprirlo con un coprimaterasso rimovibile che si possa lavare e pulire regolarmente. Per chi soffre di allergie, avvolgere il materasso e persino la rete nei coprimaterasso è uno dei modi più importanti per evitare l’accumulo di polvere, pollini, acari della polvere e altri agenti irritanti. Anche le reti del materasso vanno lavate e pulite regolarmente, perchè sulla sua struttura si possono depositare polvere, fuliggine e altre cose non particolarmente igieniche per la tua salute.

Un materasso nuovo e pulito è uno dei fattori principali per una migliore notte di sonno. È importante proteggere il tuo materasso seguendo alcuni semplici consigli, così potrai vivere un sonno ottimale per anni. Sebbene diversi tipi e marche di materassi possano differire in qualche modo nella cura e nella manutenzione, le basi sono le stesse. In sostanza, mantieni il letto pulito, proteggilo da incidenti e danni, assicurati che sia supportato e ruotalo periodicamente. La durata del materasso dipende da molti fattori, ma seguire queste pratiche semplici e importanti può aiutarti a goderti anni di sonno sano e a far durare il tuo investimento il più a lungo possibile.

Dalla pulizia alla prevenzione, un po’ di cura e manutenzione possono fare molto per mantenere il tuo materasso in buona forma per gli anni a venire. Una volta che hai investito in un buon materasso, è probabile che ti aspetti che fornisca un sonno confortevole per molti anni. Il materasso medio è progettato per durare da cinque a dieci anni o più, anche se il modo in cui viene mantenuto può accorciare o allungare la durata della vita del tuo letto. Essere consapevoli dei fattori ambientali e conoscere i modi migliori per prendersi cura di un letto può aiutarti a mantenere il tuo materasso pulito, sano e a fornire un sonno confortevole il più a lungo possibile.

Assicurati che il tuo materasso sia adeguatamente sostenuto

Un nuovo materasso ha bisogno del supporto di una base adeguata per resistere al cedimento nel tempo. Puoi scegliere tra la rete abbinata, una base regolabile o un giroletto con il numero corretto di doghe. Anche se potrebbe non essere necessario acquistare sempre la base a molle o il il colore abbinato con un nuovo materasso, è essenziale assicurarsi che il materasso abbia il giusto tipo di supporto. Questo aiuta a preservare l’integrità dei materiali e prevenire l’usura precoce.

Bisogna sempre verificare con il produttore o consultare la politica di garanzia per i consigli. Le molle a scatola sono generalmente utilizzate solo con materassi a molle, mentre la memory foam e altri materassi speciali richiedono solitamente un supporto solido e solido.

Usa un coprimaterasso fin dall’inizio

Fuoriuscite e macchie possono influire sull’integrità del tessuto del materasso e delle schiume. Fuoriuscite gravi possono anche causare il collasso delle schiume, rendendole soggette a impressioni che possono causare disagio. Un coprimaterasso resistente ai liquidi ti aiuterà a mantenere il tuo materasso pulito e sano nel tempo. Cercane uno realizzato con materiali traspiranti.

Un coprimaterasso di buona qualità offre una protezione impermeabile per proteggersi da versamenti e incidenti e riduce anche la quantità di polvere, detriti e sporco che entrano nel tuo letto. Questo aiuta a proteggere i materiali all’interno del tuo letto dai danni, mantiene idratata la pelle e riduce le macchie di sudore sul materass, prevenendo l’accumulo di allergeni come muffe e acari della polvere.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Per altri articoli vai al blog di Soloiltop o alla mappa del sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

le migliori pentole a induzione

Le migliori pentole a induzione: guida all’acquisto (2022)

scegliere il materasso giusto dopo 65 anni

Scegliere il materasso giusto dopo i 65 anni